×

Coronavirus, ciclista che non rispetta i divieti: “Identificatevi voi”

Un ciclista impavido si oppone ai divieti imposti dal governo per il contenimento del contagio da coronavirus: "Identificatevi voi".

coronavirus ciclista divieti
coronavirus ciclista divieti

Fermato da una pattuglia della Polizia, un ciclista di Rovereto, in provincia di Trento, no ha rispettato i divieti imposti per il contenimento dell’epidemia di coronavirus. La sua giustificazione, immortalata in un video, ha fatto il giro del web.

“Non sono un cittadino italiano – ha detto l’uomo -, ma un umano soggetto a regole internazionali. Quindi non sono soggetto a queste norme”. Alla richiesta di esibizione dei documenti, lo sportivo avrebbe detto: “Identificatevi con matricola o nome. Agli sconosciuti non parlo e le divise non le conosco“.

Coronavirus, ciclista non rispetta divieti

Un episodio singolare quello del ciclista di Rovereto che si è opposto ai divieti imposti dalle stringenti norme del governo per il contenimento dell’epidemia. Se è vero che molte regole lasciano ampio spazio all’interpretazione, è ancor più giusto rispettare le norme per la tutela della salute propria e altrui. Sono oltre 6 mila le denunce per violazione dei decreti effettuare in pochissimi giorni, come rivelano i dati del Ministero dell’Interno.

Ma il ciclista della provincia di Trento no ha voluto rinunciare alla sua bicicletta ed è stato quindi fermato da una pattuglia della Polizia.

Di fronte agli agenti ha dichiarato di essere una persona umana soggetta a regole internazionali. Pertanto, alla richiesta dei documenti ha replicato agli agenti: “Non ho obbligo di residenza e di codice fiscale. Sono il mio legale rappresentante, perché sono avvocato e mi difendo da solo“.

“Non hanno potuto verificare il protocollo del mio documento di soggetto di diritto internazionale, mi hanno identificato con foto e impronte digitali“, ha raccontato il ciclista. “Mi hanno fatto firmare l’autocertificazione per giustificare il mio spostamento – ha poi aggiunto – ma io ho scritto che non posso dare il mio consenso in quanto soggetto di diritto internazionale diversamente da persona fisica e soggetto giuridico”.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
giovanni pace
16 Marzo 2020 11:32

c’è poco da dire quando si a che fare con persone cosi,bisogna agire di conseguenza e impacchettarlo e se si e becca il virus si curi da solo o vada all’estero

elisa
16 Marzo 2020 12:13

ma che cavolo vuol dire qualcuno me lo spiega???

Maurizio
16 Marzo 2020 12:47
Risponde a  elisa

Che è un emerito. ” Stronzo”.


Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora