×

Curiosità Star Wars: quello che non sai sulla saga

I Jedis le conosceranno tutte a memoria, ma per chi si avvicina al fandom solo ora, ecco alcune curiosità su Star Wars, una delle saghe più amate nel mondo.

Curiosità Star Wars: quello che non sai sulla saga
Curiosità Star Wars: quello che non sai sulla saga

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non ha visto almeno uno degli episodi di Star Wars. La saga, una tra le più longeve nella storia cinematografica statunitense, conta milioni di fans in tutto il mondo. Siete però sicuri di conoscere tutte, ma proprio tutte le curiosità che la riguardano? I veri Jedi, i fan più sfegatati di Star Wars, le conosceranno sicuramente a memoria. Per chi si avvicina al fandom solo ora, per chi nutre curiosità, ecco alcune informazioni sulla saga più amata in tutto il mondo.

Star Wars: la Storia

Conosciuto in Italia con il titolo di “Guerre Stellari”, la saga, prodotta da George Lucas, si colloca nel genere Space Opera ed è tra le più longeve delle storia del cinema statunitense.

Approdata nelle sale mondiali nel 1977, inizialmente furono prodotti tre film:

  1. Guerre Stellari, conosciuto anche con il titolo “Episodio IV – Una Nuova Speranza”;
  2. L’Impero Colpisce Ancora (1980);
  3. Il Ritorno dello Jedi (1983).

Questi tre titoli appartengono a quella che oggi viene definita la trilogia originale di Star Wars.

Sedici anni più tardi, George Lucas, per la gioia dei Jedis sparsi in tutto il mondo, dato il successo e le richieste, decise di girare una trilogia prequel. Il prequel contiene tre episodi:

  1. Episodio I – La Minaccia Fantasma (1999);
  2. Episodio II – L’Attacco dei Cloni (2002);
  3. Episodio III – La Vendetta di Sith (2005).

Poiché non se ne ha mai abbastanza, al prequel ha fatto seguito anche una trilogia sequel, anch’esso composto, per il momento, da due nuovissimi episodi:

  1. Il Risveglio della Forza (2015);
  2. Gli Ultimi Jedi (2017).

Il sequel è prodotto dalla Walt Disney Company, che nel 2012 ne ha acquisito i diritti .

Nel 1977, George Lucas dichiarava di aver avuto in mente il progetto di Star Wars ancora prima di girare American Graffiti.

La scrittura della saga era, infatti, iniziata già nel Gennaio del 1973. In quel periodo, George Lucas aveva scritto ben quattro sceneggiature differenti. Lo scopo era quello di trovare trama, ingredienti e personaggi perfetti. In maniera schietta, negli stessi anni, George Lucas affermava di avere avuto una buona idea in attesa della storia giusta.

Il successo mondiale della trilogia originale non era previsto. Sia il sequel che il prequel sono nati quasi per caso ed in maniera naturale. George Lucas ha sempre dichiarato che ogni personaggio di Star Wars era stato scritto con un passato ed una storia precisi. Ogni personaggio si incastrava all’altro in maniera coerente e perfetta.

Sia il sequel che il prequel di Star Wars, tuttavia, hanno avuto un costo complessivo decisamente inferiore rispetto al costo complessivo della Trilogia Originale.

Star Wars: le Curiosità più Succulenti

  • Peter Cushing, l’attore che ha interpretato Tarkin, ha indossato delle pantofole per buona parte delle riprese.

    Gli stivali di scena erano scomodi.

  • Il suono di un veicolo che cammina su strada bagnata mixato a quello del barrito di un elefante sono il suono originale dei motori Tie Fighter.
  • Durante le riprese della scena del tritarifiuti, Mark Hamill trattenne il fiato così a lungo da fargli scoppiare un vaso sanguigno. Le riprese sono poi state adattate così da non rendere evidente il trauma ai telespettatori.
  • Steven Spielberg e George Lucas fecero una scommessa. La scommessa garantiva una percentuale su ogni film della saga.
  • Alcuni degli edifici presenti nelle scene girate su Tatooine sono edifici reali e situati in Tunisia.
  • L’attore Denis Lawson, che nella saga interpreta Antilles, è lo zio di Ewan McGregor.
  • Luke Skywalker, il salvatore della Galassia, originariamente si chiamava Luke Starkiller. Il cognome fu cambiato poco prima delle riprese.
  • L’astronave che appare all’inizio di “Episodio IV – Una Nuova Speranza” sarebbe dovuta essere il Millennium Falcon. Tuttavia, l’idea venne scartata perché l’astronave era simile a quella apparsa in “Spazio: 1999”.
  • La lingua Jawa altro non è che la lingua Zulu velocizzata.
  • La tuta indossata da Bossk, il cacciatore di taglie, è una delle tute indossate dal Dottor Who.
  • La lingua di Greedo è il quechua, una lingua sudamericana.

Rogue One: A Star Wars Story

Ad eccezione degli Jedis, non tutti sanno che della saga è stato prodotto anche uno spin-off. Il film, che è stato prodotto nel 2016, è diretto da Gareth Edwards. Tuttavia, “Rogue One: A Star Wars Story” è il primo film di “Anthology”, una serie di film a sé stanti ed ambientati nello stesso universo di Guerre Stellari.

Lo Spin-Off è prodotto dalla Lucasfilm ed è distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures. Le riprese dello spin-off, iniziate a Londra nell’Agosto del 2015, sono ambientate poco prima degli eventi raccontati in “Una Nuova Speranza”. La pellicola si concentra sulle avventure di un gruppo di spie ribelli alle prese con il furto di una nuova arma, la Morte Nera, dell’Impero Galattico.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche