×

Riapre l’Opera di Barcellona, ma con un pubblico di piante

Condividi su Facebook

L'Opera di Barcellona riapre al pubblico, ma dedica la prima a un pubblico di piante. Il concerto "vegetale" come simbolo di rinascita, ma non solo.

Il Teatro Liceu di Barcellona, alla sua prima con un pubblico di piante

È fine del lockdown in Spagna, e per celebrarla il Teatro dell’Opera di Barcellona ha inaugurato la stagione dei concerti…con un pubblico di piante. Sembra un trovata bizzarra, ma in realtà non lo è. L’iniziativa è di certo spiazzante, ma dimostra una grande sensibilità dell’opinione pubblica verso la fragilità umana e il suo rapporto con la natura.

D’altronde, tutti sono rimasti colpiti dall’iniziativa dell’Hospital del Mar nella città catalana, che portava i suoi pazienti guariti dalla Covid-19 a vedere il lungomare in lettino.

L’Opera di Barcellona riapre a un pubblico di piante

Sono circa duemila le piante collocate dentro il teatro. L’occasione è il Concerto per il Biocene: una sinfonia dedicata al mondo vegetale tenutasi lunedì 22 giugno a Barcellona. Secondo il direttore artistico, Víctor Garcia de Gomar, la scelta di collocare le piante vuole far riflettere sul significato del pubblico, che “ha smesso di essere pubblico” per via dell’emergenza coronavirus.

Le piante – spettatrici saranno donate a medici, infermieri e operatori sanitari come omaggio per il loro infaticabile impegno nella lotta alla Covid-19. L’idea è coordinata dall’artista concettuale Eugenio Ampudia. L’intera serata è stata trasmessa in diretta online. La pièce? “I crisantemi” di Giacomo Puccini. Il concerto è attualmente disponibile sui canali social del teatro e sulla piattaforma YouTube.

Barcellona, emblema della Spagna che rinasce

Dopo circa 14 settimane, anche in Spagna è stata decretata la fine del lockdown. Un momento di festa, tale percepito da 47 milioni di spagnoli, ma che non ha impedito al premier Pedro Sanchez di suggerire prudenza. Il premier socialista ha rivendicato di aver “risparmiato 450mila morti” per la Covid-19: la Spagna conta finora 28mila morti e 245mila casi positivi.

La prudenza, prima di tutto.

Le piante nel Teatro di Liceu sono anche un chiaro monito: da un giorno all’altro, potremmo ritrovarci privati di tutto.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.