×

Johnny Depp parla per la prima volta dopo la sentenza: “L’obiettivo era rivelare la verità”

"La giuria mi ha dato la vita indietro", queste le parole di Johnny Depp che ha rotto il silenzio dopo la sentenza.

Johnny Depp sentenza

Dopo ben sei settimane di lungo processo Johnny Depp ha parlato per la prima volta dopo la sentenza: “Sei anni dopo, la giuria mi ha dato la mia vita indietro. E ne sono onorato”, sono state le sue parole.

Johnny Depp: le parole dopo il verdetto del processo

Le parole dell’attore a sei anni da quando tutto è cominciato sanno come di liberazione. Johnny Depp nel corso della sua lunga riflessione ha spiegato infatti di non aver mai mollato a prescindere dagli ostacoli incontrati lungo il cammino: “La mia decisione di portare avanti questa causa, sapendo molto bene quanto fossero alti gli ostacoli legali che avrei dovuto affrontare e sapendo che inevitabilmente la mia vita sarebbe diventata uno show, è stata presa solo dopo una lunga riflessione.

Fin dall’inizio, l’obiettivo era quello di rivelare la verità, indipendentemente dall’esito”.

“Sei anni fa la ma vita è cambiata per sempre”

Il racconto riportato nel comunicato di Johnny Depp parte però da molto lontano ossia da quando la sua vita e quella del di amici e familiari è cambiata per sempre 6. anni fa: “Sei anni fa è cambiata per sempre la mia vita, la vita dei miei figli, delle persone a me più vicine e di tutte quelle persone che per tanti anni mi hanno sostenuto e hanno creduto in me.

Tutto questo in un battito di ciglia”.

Ha poi proseguito senza usare troppi giri di parole puntando in particolare il dito contro gli attacchi ricevuti attraverso i media: Accuse serie e criminali nei miei confronti via media, che mi hanno esposto a un attacco di odio senza fine, mentre non c’era alcun tipo di addebito o di accusa nei miei confronti. Intanto, viaggiava in tutto il mondo in un nanosecondo avendo un impatto sismico sulla mia vita e sulla mia carriera.

E sei anni dopo, la giuria mi ha dato la mia vita indietro. E ne sono onorato”.

Contents.media
Ultima ora