×

La Casa di Carta: i 5 motivi del successo della serie

Condividi su Facebook

Cresciuta grazie al passaparola, la serie spagnola ha conquistato il pubblico grazie a meccanismi inconsueti, personaggi affascinanti e citazioni pop

Nella moltitudine sempre crescente di serie tv proposte da canali tradizionali e in streaming, può essere difficile orientarsi. Gli addetti tentano di consigliare le produzioni più mainstream, a volte scovando anche delle piccole gemme nascoste. Capita però che alcune serie arrivino al successo facendo tutto da sole. È il caso per esempio di La Casa di Carta, una serie spagnola di Netflix che si è guadagnata un numeroso pubblico soprattutto grazie al passaparola.

Dal 6 aprile è arrivata sulla piattaforma di streaming più nota anche la seconda parte degli episodi de La Casa di Carta. Ma come mai questa serie tv se ha attirato così tanta attenzione? Ecco quali sono i principali motivi.

Personaggi controversi

La Casa di Carta ha inizio con la misteriosa figura del Professore che raduna in una casa fuori città otto persone che non hanno nulla da perdere.

Ognuna di loro rivestirà una funzione specifica all’interno del team, mantenendo sempre l’anonimato e prendendo il nome di una città. Lo scopo della banda è quello di assaltare la zecca di stato spagnola per rubare miliardi di euro, mettendo così a punto il colpo del secolo.

Immedesimazione

Come spesso succede in questo tipo di produzioni, il focus principale è sui personaggi considerati cattivi. Grazie a espedienti realizzati ad hoc, man mano si viene a conoscere tutto di questi personaggi. L’istinto primario del telespettatore è quello di mettersi dalla loro parte. Un po’ perché non sono criminali che vogliono fare male agli ostaggi, un po’ perché la Polizia si rivela spesso antipatica nonché impacciata nell’affrontare la situazione.

Meccanismi a sorpresa

Anche se il primo episodio inizia subito con l’azione principale, ovvero l’irruzione nella zecca, la trama si concretizza poi nel corso degli eventi.

C0sì viene raccontato un poco alla volta cosa accade prima e durante la rapina. Si osservano in questo modo le dinamiche che si vengono a creare fra rapinatori, ostaggi e polizia. Ma quello che potrebbe sembrare un approccio noioso, viene invece movimentato dagli sceneggiatori. Il tutto per merito di colpi di scena e continui flashback.

Continua tensione

Un po’ come accadeva anche in Lost, con le molte svolte improvvise e le storyline legate a ogni singolo personaggio, anche La Casa di Carta richiede un’attenzione assoluta da parte dello spettatore. In cambio, però, ci viene raccontata una storia che non manca mai di tenere viva la tensione e l’aspettativa. Questo è un altro dei motivi che rendono la serie perfetta per il binge watching più sfegatato.

Citazioni intelligenti

Che siano citazioni dirette o meno, La Casa di Carta è un ricettacolo di citazioni e riferimenti culturali.

La figura del Professore, un nerd geniale che pianifica tutto nel minimo dettaglio, introduce riferimenti alla cultura pop dei decenni passati. Sono poi numerosi gli omaggi ai film di Tarantino e in generale alle rapine più famose della filmografia internazionale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche