×

Madyon, la colonna sonora per PlayStation: “Un prestigioso riconoscimento”

Nell'intervista esclusiva, i Madyon hanno parlato della colonna sonora per "Assetto corsa e competizione", videogioco per la PlayStation 4.

Madyon PlayStation

Costanza, perseveranza e passione: tanti sacrifici, voglia di fare e un percorso fatto di grandi conseguimenti. Ora i Madyon approdano nelle case dei gamers: la rock band italiana, nata a Cuneo nel 2012, ha realizzato due brano per “Assetto corsa competizione”, videogioco per la PlayStation 4.

Ad accompagnare le immagini del trailer del gioco il singolo “Staring at the sun”, la colonna sonora, invece, è il brano “Run away”. Nell’intervista esclusiva a Cristian Barra, il frontman e songwriter della band ha ripercorso la carriera del suo gruppo, ha parlato del recente traguardo raggiunto e la “genuinità” che caratterizza i Madyon. Ha confidato qual è il punto di forza della band e le aspettative per il futuro.

I Madyon approdano sulla PlayStation 4

“Questo è sicuramente uno dei riconoscimenti più prestigiosi ottenuti dai Madyon. Da sempre il nostro obiettivo è quello di scrivere musica sincera, che accarezzi emozioni senza tempo”, spiega Cristian Barra con orgoglio e contentezza. Non si interessano alle mode del momento e dalle stringenti richieste del mercato, che snaturano e negli ultimi tempi “hanno tolto molta dignità agli artisti e alla scena stessa”. Quindi ha aggiunto: Assetto Corsa Competizione è totalmente in linea con questa filosofia poiché, considerato da molti il miglior simulatore di guida su PC e console, non può ispirarsi a nessun modello ma può soltanto lavorare per migliorare se stesso”.

Cristian, parlando dell’approdo dei Madyon sulla PlayStation, ha commentato: “Siamo stati contattati prima del lockdown provocato dall’emergenza coronavirus. La richiesta iniziale era per una musica che accompagnasse il trailer, ma poi ci hanno chiesto un brano ex novo. Abbiamo realizzato una strumentale per loro. Ora per noi si allargano le porte per il mercato internazionale”.

Sul nuovo e attesissimo videogame della GT World Challenge, ha aggiunto: “È un’azienda italiana che si occupa di giochi per PlayStation di tiratura nazionale. Fatturano 70 milioni di euro, perché vendono 3 milioni di copie. Sono rimasti affascinati dai Madyon e la nostra italianità”. Poi ha tenuto a sottolineare che “il gioco è usato da campioni come Leclerc. Non sono interessati a raggiungere un vasto pubblico indifferenziato di potenziali acquirenti. Ma una nicchia di esperti intenditori”. Un prodotto di nicchia che unisce grande qualità all’innovazione e alla tecnologia più evoluta.

Madyon PlayStation

La storia dei Madyon

Approccio internazionale, grande attenzione alla comunicazione (con cura minuziosa dei videoclip realizzati) e un progetto definito: così, dal 2012, i Madyon si fanno conoscere nel panorama nazionale e non solo. All’estero, infatti, riempiono locali e palazzetti e il successo è assicurato. Grazie al lavoro sviluppato sui social network, il canale YouTube della band, in pochi anni, ha collezionato oltre 2 milioni e mezzo di visualizzazioni. Nella loro musica si fa sentire l’influenze british. Dichiaratamente appassionati di Coldplay, The Verve, Travis e Noel Gallagher, i Madyon propongono sound pop-rock, indie-rock, alternative, offrendo atmosfere intime, acustiche e coinvolgente.

Madyon PlayStation

Nel 2021 uscirà il loro nuovo album. A riguardo, Cristian Barra ha spiegato: “Con l’80% di brani inediti, non è una semplice raccolta di canzoni. Il nostro album è la colonna sonora di un’idea che abbiamo in testa. Vogliamo fare una musica in linea con il codice comportamentale che ci appartiene”, unendo ritmi forti a sound romantici. Quindi ha ricordato: “L’idea è di far uscire l’album a inizio 2021. Subito dopo la pubblicazione del disco dovrebbero seguire delle date promozionali, ma al momento non c’è nessuna data definita: dipenderà dall’andamento del Covid-19″.

“Siamo figli dei primi Coldplay. Proponiamo musica diversa rispetto al panorama consolidato e con un’attenzione per la tecnologia. Siamo partiti con le cover, selezionate dai Madyon in seguito a una precisa analisi di marketing, per verificare quali fossero i brani più cercati e ascoltati”. Poi l’approdo agli Studios dei Beatles, dove “lavorano due ingegneri che collaborano con Ed Sheeran e i Coldplay”. Sono stati due punti di riferimento fondamentali per i Madyon e la loro musica. Una crescita importante e un’esperienza di vita incancellabile.

Facendo trapelare la gioia più pura, l’entusiasmo più sentito e la soddisfazione più intensa, Cristian ha tenuto a precisare: “Ogni concerto ed esibizione che facciamo è per noi una tappa importante, soprattutto quando facciamo serate all’estero. In Inghilterra, per esempio, è sempre un grande successo e un traguardo indescrivibile ricevere il calore del pubblico che ci segue: in un contesto in cui l’offerta è estremamente vasta, non è scontato che una rock band italiana abbia così tanto seguito”. Quindi ha confidato: “Serve credibilità: per me è sempre una sfida intrattenere il pubblico inglese”.

Contents.media
Ultima ora