×

Morte di Diego Armando Maradona, 7 accusati di omicidio volontario: tra loro anche il neurochirurgo

Morte di Diego Armando Maradona, 7 accusati di omicidio volontario: tra loro anche il neurochirurgo. Secondo la procura le cure furono "affidate al caso"

Diego Maradona

Per la morte di Diego Armando Maradona 7 sanitari sono ufficialmente accusati di omicidio volontario: tra loro anche il neochirurgo Leopoldo Luque, il medico “storico” del Pibe de Oro. L’accusa per tutti e sette i sanitari, secondo il quotidiano “La Nacion”, è di omicidio volontario.

Con più atti i sette avrebbero quindi cagionato la morte dell’ex campione di calcio, secondo una presunzione di reato contenuta in un fascicolo giudiziario a cui la testata argentina ha avuto accesso (se in diretto o meno non è dato saperlo) in queste ore.

Morte di Diego Armando Maradona, 7 accusati di omicidio volontario

Secondo una clamorosa perizia depositata a fine aprile sul decesso del campione, avvenuto il 25 novembre del 2020, Maradona avrebbe patito un’agonia lunga fino a 17 ore a causa delle cure del tutto sommarie dello staff che ne ebbe in carico le sorti, e nei giorni precedenti al decesso l’equipe lo avrebbe “abbandonato al suo destino” con terapie “inadeguate, imperfette e sconsiderate”.

Tanto sostenne la commissione interdisciplinare convocata dalla Procura generale di San Isidro chiamata a far luce su quell’arresto cardiaco avvenuto a Tigre.

Morte di Diego Armando Maradona, anche il neurochirurgo tra gli accusati

E sette persone sono complessivamente responsabili di quella condotta sconsiderata, almeno per quanto sosterrà la parte di accusa. Il prossimo 31 maggio i sette iscritti a registro dovranno deporre. Ma chi sono gli indagati per la morte della “Mano de Dios”?.

Si tratta degli infermieri Ricardo Omar Almirón e Dahiana Gisela Madrid, poi del coordinatore Mariano Perroni, ancora, il medico che decise il ricovero domiciliare, Nancy Forlini, lo psicologo Carlos Díaz, la psichiatra Agustina Cosachov e il neurochirurgo Leopoldo Luque, lo storico medico di base di Maradona.

Morte di Diego Armando Maradona, istanza per ritirare i passaporti degli accusati

Le pene previste per i tipi di reato che si contestano ai sette vanno da 8 a 25 anni. E cosa recita quell’atto di accusa così clamoroso? I magistrati sostengono che le cure a Diego furono “inadeguate, carenti e spericolate e hanno affidato al caso la salute del paziente”. Il solo Luque poi è anche indagato per “uso di documento privato falso”. In buona sostanza il medico avrebbe falsificato la firma di Maradona per chiedere una copia della ‘storia clinica’ del paziente alla struttura dov’era stato operato per un ematoma al cervello. Le misure di cautela che la procura ha chiesto che vengano applicate nelle more del delicatissimo procedimento sono legate alla possibilità che qualcuno degli indagati fugga. Ecco perché i magistrati hanno presentato istanza di ritiro del passaporto per tutti e sette gli iscritti a registro.

Contents.media
Ultima ora