Quali sono sanzioni SIAE per musica dal vivo
Quali sono sanzioni SIAE per musica dal vivo
Guide

Quali sono sanzioni SIAE per musica dal vivo

Quali sono sanzioni SIAE per musica dal vivo
Quali sono sanzioni SIAE per musica dal vivo

Il permesso SIAE, le pratiche burocratiche da rispettare quando ci si esibisce in un locale pubblico affinché si eviti di essere sanzionati

La SIAE è la Società Italiana Autori ed Editori, essa gestisce le molteplici pratiche burocratiche connesse alle esibizioni musicali in luoghi e locali pubblici.

Nello specifico, parliamo del Permesso Spettacoli e Intrattenimenti rilasciato dalla Società summenzionata, ovvero: un’autorizzazione all’esecuzione o alla riproduzione di opere protette da diritti d’autore.

Affinché si evitino spiacevoli situazioni, il committente dovrà recarsi presso l’ufficio SIAE dell’area territoriale della location; qui, sarà necessario comunicare la data e l’ora dell’evento; l’indirizzo e nome della location; numero partecipanti; costo ricevimento procapite; pagamento anticipato dei diritti d’autore, in maniera forfettaria, rispettando i parametri riportati di seguito:

  • categoria del locale
  • numero di invitati previsti
  • tipologia di musica.

Per esempio: in un locale di prima categoria, per un ricevimento fino a 100 ospiti e con musica da ballo, i diritti SIAE ammontano sui 170 € + Iva e diritti amministrativi.

Successivamente, l’ufficio SIAE consegnerà: il permesso spettacoli e intrattenimenti e il “borderò” (programma musicale).

Inoltre, è doveroso appurare che gli artisti siano iscritti all’Enpals, per evitare di incorrere in situazioni alquanto spiacevoli.

Infine, per stipulare l’abbonamento per la musica d’ambiente, le tariffe applicate sono concordate periodicamente con le Associazioni di Categoria degli utenti rappresentative a livello nazionale e approvate dagli Organi Sociali della SIAE.

Eleonora Boccuni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*