×

Kobe Bryant, i Los Angeles Lakers ricordano il loro campione

L'omaggio dei Los Angeles Lakers a Kobe Bryant in una serata da brividi

L'omaggio
L’omaggio dei Los Angeles Lakers a Kobe Bryant

I Los Angeles Lakers alla prima senza Kobe Bryant. Abbracci, pianti e tanta emozione. In mezzo al campo LeBron James: “Questa è la celebrazione dei 20 anni del sangue, del sudore, delle lacrime, del corpo che crolla e delle innumerevoli volte in cui si è rialzato, delle infinite ore di lavoro, della determinazione a diventare il più grande giocatore possibile”.

Los Angeles Lakers ricordano Kobe Bryant

Uno Staples Center completamente pieno, per la partita, persa, contro Portland. A parlare è l’erede LeBron James. I Los Angeles Lakers sono tornati in campo dopo la tragedia di Kobe Bryant, della figlia Gianna e degli altri sette che erano sull’elicottero precipitatosi domenica 26 gennaio.

“Mio fratello” ha definito così LeBron Kobe Bryant. I giocatori sono entrati vestendo chi la canotta con l’8 e chi quella con il 24, le due prestigiose magliette avute da Bryant nella sua carriera.

Le parole di LeBron: “Prima di cominciare con il discorso che ho preparato, voglio ricordare tutte le vite che sono andate perdute domenica mattina. Ho qualcosa di scritto con me perché mi hanno chiesto di seguirlo per non perdere la rotta, ma tradirei la fiducia della Laker Nation se leggessi qualcosa di preparato: perciò parlerò direttamente dal cuore. La prima cosa a cui penso è il senso di famiglia. Guardandomi intorno vedo che tutti siamo in lutto, stiamo soffrendo e abbiamo il cuore a pezzi, ma in momenti del genere l’unica cosa da fare è appoggiarsi alla spalla della propria famiglia. Prima di venire a giocare qui a Los Angeles avevo sentito parlare della Laker Nation e di quanto sia presente questo sentimento di famiglia: ecco, è quello che ho sentito nell’ultima settimana, da domenica mattina fino a questo momento. Non solo dai giocatori, dal coaching staff o dall’organizzazione, ma da tutti. Tutti quelli che sono qui fanno parte di una vera famiglia, e so che Kobe, Gianna, Vanessa e tutta la famiglia Bryant vuole ringraziarvi dal profondo del loro cuore così come Kobe ha detto nel suo ultimo discorso qui”.

Anche un video celebrativo è stato mostrato all’interno dello Staples Center.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora