Come fare il tiramisù con pandoro COMMENTA  

Come fare il tiramisù con pandoro COMMENTA  

Avete avanzato qualche pandoro dalle feste e non sapete come utilizzarlo? Potete preparare un buon tiramisù! Ecco qualche idea molto invitante.

Il tiramisù è uno dei dolci più apprezzati che ha conquistato tutto il mondo. La crema al mascarpone, con il biscotto inzuppato di caffè
è una vera delizia. La ricetta originale, nasce nel Veneto, precisamente a Treviso. L’antenato del tiramisù è infatti lo “sbatudin” un dolce povero a base di tuorli montati con lo zucchero che solitamente veniva dato ai bambini o ai convalescenti per ridare energia. I pasticceri, hanno studiato successivamente come realizzare un dolce completo che richiamasse l’usanza di servire i biscotti secchi con la panna montata o lo zabaione.

Ed è nato il “tiramisù”, la cui ricetta tradizionale vuole che venga preparato con i savoiardi ma oggi troviamo molte varianti: Pavesini, pan di spagna e… il pandoro!

Se vi è rimasto qualche pandoro nella credenza, allora potete riciclarlo, preparando un gustoso tiramisù. Per evitare che la fetta di pandoro si inzuppi troppo di caffè, potete lasciare le fette a seccare a temperatura ambiente per qualche ora, oppure utilizzare un pandoro aperto da qualche giorno.


Vediamo come preparare il tiramisù con il pandoro!

Ingredienti:
-pandoro
-400 gr di mascarpone
-3 uova
-6 cucchiai di zucchero
-rum o marsala a piacere
-caffè qb
-cacao amaro o cioccolato fondente

Preparazione:
Per avere degli albumi ben montati, le uova devono essere a temperatura ambiente (toglietele dal frigo almeno un’ora prima della preparazione).
In una terrina montate i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una crema corposa e omogenea. Unite il mascarpone e a piacere il liquore e mescolate bene il tutto. Aggiungete gli albumi montati precedentemente a parte con molta delicatezza. Lasciate riposare la crema in frigorifero e dedicatevi alla base.


Tagliate il pandoro a fette di uno spessore di circa 1 cm; disponetele in una teglia e bagnatele con il caffè. Unite la crema al mascarpone e spolverate con del cacao amaro oppure con il cioccolato fondente grattugiato.

L'articolo prosegue subito dopo

Ripetete la stessa operazione a seconda di quanti strati volete e in ultimo cospargete con cacao o cioccolato. Fate riposare il tiramisù in frigorifero per almeno due ore prima di servirlo.

E ora guardiamo qualche variante!
Per dare un tocco più chic al vostro dessert potete preparare delle monoporzioni e decorarle con frutti rossi o chicchi di caffè.

Un’ottima variante, ideale per le stagioni miti è il tiramisù alla frutta. Potete utilizzare quella di vostro gradimento ma è ottimo con le fragole o le pesche. Preparate la crema classica di mascarpone e al posto del caffè, utilizzate il succo di arancia. Lavate la frutta e tagliatela a pezzetti che andrete ad unire alla crema di mascarpone (tenetene un pò da parte per lo strato finale). A questo punto, preparare il tiramisù, alternando con strati di pandoro e crema con la frutta. In cima, ricoprite solo con la crema e fate una decorazione con le fragole e le pesche.

Oppure potere realizzare dei bicchieri di tiramisù all’ananas. Fate macerare l’ananas a dadini con della menta e due cucchiai di zucchero. Utilizzate lo sciroppo per bagnare il pandoro e alternate i pezzetti di frutta con la crema di mascarpone e guarnite con le foglie di menta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*