Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Fabio Fazio: “Lo ammetto, la Rai paga bene”
Lifestyle

Fabio Fazio: “Lo ammetto, la Rai paga bene”

Il suo stipendio fu motivo di chiacchera sia a Destra che a Sinistra lo scorso anno. Fabio Fazio anticipa le polemiche e ammette il suo alto reddito.

Settembre è arrivato e con lui le fasce di garanzia che riportano sugli schermi televisivi le tramissioni tanto care al pubblico italiano. Tra queste, presto ripartirà “Che tempo che fa” con Fabio Fazio e Luciana Littizetto. La data sarà domenica 23 settembre, per iniziare in bellezza la stagione autunnale.

Fazio anticipa le polemiche

Intanto Fabio Fazio fa già parlare di sè, con delle dichirazioni che non lasciano di certo indifferenti. Il conduttore televisivo era ospite dell’evento “Il Tempo delle Donne” tenutosi presso la Triennale di Milano, dove è stato intervistato da Aldo Cazzullo. Il discorso ha toccato nuovamente il tasto stipendi e Fazio ha ammesso di avere un reddito piuttosto alto, ma non per questo merita di essere giudicato negativamente. Tuttavia l’opione del pubblico circa il suo compenso è scontata: una cifra forse eccessiva. Questi ha anticipato tutte le probabili polemiche, dichiarando:”Sono stato molto fortunato nella mia carriera, ho firmato contratti importanti. La mia ultima dichiarazione dei redditi – ha rivelato – è di oltre 2 milioni di euro, di cui come è giusto che sia pago la metà in tasse.

Però c’è una cosa che trovo inaccettabile: che il denaro diventi l’unica scala di valori per poter avere un’idea o un’altra. Il denaro non può essere una condanna per rinnegare tutti i valori con cui sono cresciuto”

Cottarelli ospite fisso

Fazio ha svelato un grande colpo per la sua trasmissione, nonchè la presenza fissa dell’ex Commissario per la Revisione della Spesa Pubblica, Carlo Cottarelli. A questo proposito ha dichiarato: “La presenza di Cottarelli è un modo per mettere un punto fermo, per essere laici e oggettivi in un momento di scarsa razionalità. Penso sia un dovere del servizio pubblico offrire un’analisi competente su temi che interessano tutti i cittadini”

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche