×

Piemonte, Cirio: “Sì alle visite ai congiunti fuori regione”

Condividi su Facebook

Dal Piemonte si potrà viaggiare per far visita ai congiunti. Riaprono bar, pub e locali, e Cirio garantisce che non ci saranno dei "Navigli bis".

cirio piemonte congiunti
cirio piemonte congiunti

Il presidente del Piemonte Alberto Cirio ha annunciato che già dal 25 maggio sarà possibile effettuare visite ai propri congiunti fuori regione. Una decisione presa dopo aver analizzato i dati relativi ai contagi registrati negli ultimi giorni. Sabato 23 maggio, inoltre, riaprono locali.

Ok alle visite ai congiunti fuori regione

Dal 3 giugno sarà possibile spostarsi nelle altre regioni se i numeri lo consentiranno, ma intanto il presidente del Piemonte Alberto Cirio annuncia una possibile anticipazione delle visite ai congiunti separati dal confine: “Credo che già la prossima settimana permetteremo alle persone di visitare i propri congiunti oltre i confini della regione di residenza”.

Il decreto del governo prevede una serie di aperture con un loro calendario. La valutazione delle soglie oggi conferma che il Piemonte ha i numeri in regola“, spiega Cirio.

Pub riaperti

Con 5 giorni di ritardo rispetto al resto d’Italia, da sabato 23 maggio anche in Piemonte riapriranno bar, ristoranti e pub, dove sarà possibile fare aperitivi e stare in compagnia, evitando come sempre assembramenti.

Le immagini dei Navigli affollati hanno fatto tornare in mente gli assembramenti avvenuti anche in Piemonte nel mese di marzo, nei quartieri torinesi di San Salvario e Vanchiglia. Scene che Cirio vuole evitare ora più che mai.

Chi ama il divertimento notturno deve evitare comportamenti rischiosi perché la transizione deve essere cauta e graduale”, avverte il governatore.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.