×

Juve, guai in difesa dopo l’infortunio di Chiellini con l’Atalanta

Chiellini dovrebbe aver riportato un'elongazione al polpaccio destro. Problemi per Allegri nel reparto arretrato.

Juventus in ansia per Chiellini
Giorgio Chiellini, allarme per l'infortunio subito contro l'Atalanta

La Juventus si lecca le ferite dopo la netta sconfitta contro l’Atalanta (3-0) nei quarti di finale di Coppa Italia. I bianconeri hanno detto addio alla competizione vinta negli ultimi quattro anni ed è scattato l’allarme per le condizioni di Giorgio Chiellini. Il centrale ha dovuto lasciare il campo nel primo tempo della sfida con i nerazzurri per un problema al polpaccio destro (al suo posto è entrato Cancelo). Il cambio ha di fatto indirizzato il match perché la squadra di Gasperini ha approfittato dell’assenza del 34enne e travolto i campioni d’Italia. Castagne e Zapata (doppietta) si sono infilati negli spazi lasciati a disposizione dai rivali, guidati (male) in difesa da De Sciglio (bocciato nell’inedito ruolo) e Rugani.

Possibile stop di 15 giorni

Secondo quanto riferisce Sky Sport Chiellini dovrebbe aver riportato un’elongazione al polpaccio.

Per avere la certezza dell’entità dell’infortunio bisognerà aspettare l’esito degli esami ai quali verrà sottoposto il giocatore. Nel caso venisse confermata l’elongazione sarebbe necessario uno stop di 15 giorni: la Juve dovrebbe fare a meno del suo pilastro per tre gare di campionato (Parma, Sassuolo e Frosinone). Il difensore potrebbe (condizionale d’obbligo) essere disponibile per l’andata degli ottavi di Champions che vedrà opposti i bianconeri all’Atletico di Simeone (20 febbraio).

Uomini contati

Tuttavia nel reparto arretrato la situazione è di totale emergenza. Bonucci è costretto a un mese di stop per una distorsione alla caviglia destra mentre Barzagli non dovrebbe rientrare prima di due settimane. Avrebbe fatto comodo Benatia ma il marocchino è stato ceduto, su sua richiesta, all’Al Duhail Sports Club.

Gli unici elementi a disposizione sono quindi Rugani e Caceres, appena arrivato dalla Lazio. Difficile che Madama riesca a intervenire in tempo sul mercato: il Parma ha già spiegato che non intende privarsi di Bruno Alves.

Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.


Contatti:

Contatti:
Giorgio Meroni

Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.

Leggi anche