×

Tornano dalla luna di miele e davanti casa c’è un muro

Una coppia di neo sposi inglesi torna dalla luna di miele e scopre che davanti la porta di casa è stato costruito un muro altro due metri.

default featured image 3 1200x900 768x576

Era la casa dei loro sogni mentre ora è diventata un incubo. Una coppia inglese di ritorno dalla luna di miele ha infatti trovato una brutta sorpresa. A pochi passi dall’ingresso di casa era stato eretto in loro assenza un muro alto quasi due metri.

Una barriera in legno che li separa dalla strada e dalle campagne limitrofe. Ora Thomas e Rebekah dicono di sentirsi imprigionati dentro la loro villetta da 220mila sterline.

Un muro di Berlino davanti casa

“E’ come avere il muro di Berlino davanti alla nostra casa” denunciano Thomas e Rebekah, una giovane coppia inglese appena sposata che non vedeva l’ora di andare a vivere nella loro nuova tenuta di Blackburn, nel Lancashire.

“Questa era la nostra casa dei sogni e ora si è trasformata in un incubo: ci sembra di essere imprigionati nella nostra stessa casa da questo recinto” denunciano i due giovani proprietari.

Thomas e Rebekah si erano infatti trasferiti nella nuova villetta da 220mila sterline poco prima di Natale. La casa, di quattro camere da letto, è nel complesso residenziale di Persimmon Homes Brook View. Villette a schiera ma in aperta campagna.

E’ stata proprio quest’aria rupestre a far innamorare Thomas e Rebekah e a decidere di trasferirsi lì.

Qualche giorno fa la coppia è finalmente partita per la luna di miele più volte rimandata. I due giovani di 27 e 24 anni, infatti, si erano sposati a luglio ma tra le spese del matrimonio e l’acquisto della nuova casa avevano deciso di posticipare il viaggio. Thomas e Rebekah sono quindi partiti per la Repubblica Domenicana pensando che al loro ritorno nulla sarebbe cambiato.

Invece, in appena 11 giorni di assenza, davanti alla casa è stata costruita una recinzione in legno alta quasi 2 metri.

Disputa per dei terreni

“Rebekah è sempre in lacrime. È disperata, non c’è stato nessun avvertimento. Il recinto è come apparso. Ora non siamo più nemmeno sicuri di voler continuare a vivere qui” racconta ai media inglesi Thomas, insegnante di musica. Stando a quanto sono riusciti a capire, la staccionata sarebbe stata costruita in fretta e furia da un contadino.

L’agricoltore, infatti, sarebbe in disputa legale con i costruttori di Persimmon Homes Brook View. “Siamo tenuti in ostaggio a causa di una disputa sulla terra che non ha nulla a che fare con noi” si lamentano quindi Thomas e Rebekah. Ciò che dispiace alla coppia è il fatto che il contadino non ha pensato ai disagi che poteva creare agli inquilini di queste abitazioni, ignari della diatriba in atto.

“La staccionata è a due metri dalla nostra finestra e dalla porta principale: è come avere il muro di Berlino davanti a casa nostra” denunciano i due sposini. Thomas sta quindi pensando di mettere tutto in mano ad una avvocato. Di vivere il resto della sua vita in una casa “murata”, infatti, non ha propria voglia. Come non ha voglia di continuare a pagare per una casa che, nei progetti, non aveva di fronte l’ingresso un muro. Chi gestisce il complesso residenziale assicura che si troverà una soluzione perché il contadino avrebbe “eretto illegalmente la recinzione e in violazione ai regolamenti urbanistici”.

Contents.media
Ultima ora