Come addestrare un calopsitte a stare sulla mano

Come addestrare un calopsitte a stare sulla mano

Animali

Come addestrare un calopsitte a stare sulla mano

addestrare un calopsitte

Se volete provare ad addomesticare il vostro uccellino dovete farvi conoscere. Una volta che si sarà fidato di voi, ecco cosa dovete fare per far sì che si posi sul vostro dito.

I Calopsiti sono uccelli amichevoli e socievoli a cui piace interagire con i loro compagni umani. Se vengono correttamente addestrati a stare sulla mano, possono essere tenuti anche fuori dalla gabbia per qualche tempo e farvi compagnia mentre fate altro. Addomesticare l’uccellino a stare sulla mano è il primo passo per formare un legame con l’animale che sarà utile per altri giochi. Per esempio, se volete insegnargli a cantare, parlare o fischiare dovrete iniziare insegnandogli ad avere fiducia di voi.

Come addestrare un calopsitte

Se avete un uccellino e volete instaurare un rapporto più profondo con lui, provate a insegnargli ad appoggiarsi sulla vostra mano. Farlo è piuttosto semplice, sono animali che apprezzano tantissimo la compagnia del padroncino. Ecco alcuni passaggi per addestrare un calopsitte a stare sulla vostra mano.

Istruzioni

Ecco qualche istruzione generale per fare amicizia con il vostro animaletto e addestrarlo a stare sulla vostra mano.

  • Date il tempo all’uccello di adattarsi a nuovi ambienti.

    Quando lo portate a casa la prima volta avrà bisogno di abituarsi a nuovi panorami, suoni, odori e orari. Lasciatelo in gabbia almeno i primi giorni. Parlategli e lasciate che si abitui alla vostra voce. Mettete la gabbia in una zona molto frequentata così che sia più spesso in vostra compagnia. Dovete addestrare un calopsitte in modo graduale.

  • Avvicinatevi spesso alla gabbia. Fatelo con calma, in modo non minaccioso. Non fate movimenti bruschi, basta permettergli di accettare la presenza della vostra mano. Una volta che il vostro calopsitte sembra calmo e rilassato, muovete la mano intorno alla parte inferiore della gabbia. Potrebbero essere necessari alcuni giorni per abituarlo alla vostra presenza.
  • Senza dimenare troppo la mano, avvicinatela all’uccellino. Se mostra paura, aspettare che si calmi. Tenetegli la mano di fronte e permettetegli di esplorarla, se vuole. Il pappagallino potrebbe accettare la mano immediatamente, oppure rifiutarla per qualche tempo. Attendete tutto il tempo necessario.
  • Quando avrà accettato la mano, portate un dito di fronte all’animale.

    Premeteglielo contro il petto. La reazione desiderata è che passi sul vostro dito. Se è spaventato, fuggirà. Se lo fa, dategli una breve pausa e riprovate fino ad ottenere il risultato desiderato. Dategli abbastanza tempo per abituarsi alla vostra mano.

  • Portare la mano – e il calopsitte – fuori dalla gabbia. Questo può richiedere più di una prova, alcuni uccelli saranno estremamente riluttanti a lasciare le loro gabbie. Tenetelo fuori dalla gabbia solo per brevi periodi di tempo, almeno all’inizio. Gradualmente, allungate il periodo al di fuori della gabbia. Una volta che si è abituato a stare fuori – e sapendo che sarà sempre in grado di tornarvi – si può cominciare ad insegnargli altri trucchi.

Consigli utili

Se il pappagallino è turbato o spaventato, non insistete. Piuttosto ricominciate la procedura da capo. La formazione può richiedere diversi giorni, se non settimane, a seconda dell’animale e delle sue passate esperienze con gli umani. Parlategli durante tutto il processo di addomesticamento.

Dovete farlo in modo tranquillo e rassicurante. Assicuratevi che non ci siano distrazioni o attività ad alta voce quando si lavora con il pappagallino, affinché non venga spaventato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche