Teste Isola di Pasqua: ecco perché sono state costruite

Viaggi

Teste Isola di Pasqua: ecco perché sono state costruite

Isola di Pasqua

Sono stati realizzati degli scavi per scoprire che cosa si nasconde sotto le teste dell'Isola di Pasqua. Molti misteri sono stati svelati.

L’Isola di Paqua e la sua collocazione sono sconosciute a moltissime persone, tanto che alcuni dubitano anche della loro reale esistenza. Nonostante questo famosissime sono le sue teste, che l’hanno resa nota in tutto il mondo. Ci sono moltissimi misteri che riguardano il significato di queste sculture. In particolare c’è una domanda che assilla tutti gli studiosi: che cosa si nasconde sotto?

Finalmente, dopo anni di enormi dubbi, hanno deciso di realizzare degli scavi per scoprire il segreto e rivelarlo a tutti.

Teste dell’Isola di Pasqua: svelati tutti i misteri

Prima di tutto: l’Isola di Pasqua si trova nel mezzo dell’Oceano Pacifico. Nella lingua locale il suo nome è Rapa Nui.

Le grandi teste che la caratterizzano sono degli enormi massi in tufo, che sono stati trasportati e posizionati su quell’Isola moltissimi anni fa. Gli attrezzi utilizzati per la scultura, così come il modo in cui sono stati trasferiti nel luogo in cui si trovano oggi rimane uno dei misteri.

Da quando sono state scoperte sono sempre state lasciate interrate fino al collo. Finalmente gli archeologi hanno deciso di dissotterrarle per conoscere la loro reale grandezza. Lo scavo ha mostrato la verità: il fatto che sotto potesse esserci anche un corpo era solo un’ipotesi.

Ovviamente il fatto che siano sotterrate dipende solo da processi naturali, come le frequenti esplosioni di vulcani circostanti. Infatti inizialmente si ergevano in tutta la loro altezza. Il corpo era enorme e maestoso quanto le teste.

Durante gli scavi sono stati anche rinvenuti alcuni pezzi degli attrezzi utilizzati per posizionare le statue.

E’ stato svelato cosa si trova sotto alle teste dell’Isola di Pasqua

Oggi c’è molto più materiale che permette di sapere molto di più riguardo a queste imponenti sculture. La teoria più accreditata sulle loro origini afferma che rappresentano gli antenati indigeni dei popoli che le hanno costruite. E’ incredibile come nonostante i secoli, le parti rimaste interrate abbiano mantenuto i dettagli intagliati. I disegni sulla schiena, infatti, sono ancora ben visibili.

Se il mistero su ciò che si trovava sotto è stato svelato, le domande riguardo all’origine delle statue sono aumentate. E’ ben chiara la loro grandezza, ma non si riesce a comprendere come i costruttori possano aver spostato massi del genere. Inoltre, la struttura del corpo, con i dettagli scolpiti, è molto più complessa di quella delle teste.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...