×

Coronavirus, Juventus: “Rugani e Matuidi sono guariti”

Condividi su Facebook

La Juventus ha comunicato l'esito negativo dei test sul coronavirus sottoposti a Daniele Rugani e Blaise Matuidi.

coronavirus-juventus-test
Coronavirus, Juventus test su Matuidi e Rugani negativo

La Juventus è stata la prima società ad avere un calciatore positivo al coronavirus in Serie A: Daniele Rugani. Poi, a seguire, sono arrivate notizie da altre società della massima serie (Sampdoria e Fiorentina) e ancora altri calciatori bianconeri: Blaise Matuidi e Paulo Dybala.

Nella giornata di mercoledì 15 aprile, la società Juventus, nella persona di Andrea Agnelli, ha reso noto alla stampa, con una nota, la guarigione di due dei tre calciatori bianconeri risultati positivi al coronavirus. Si tratta, appunto, di Daniele Rugani e Blaise Matuidi. “Gli esami hanno dato esito negativo – si legge nel comunicato -. I giocatori sono pertanto guariti e non sono più sottoposti al regime di isolamento domiciliare”. La positività di Daniele Rugani era arrivata tre giorni dopo la gara, di Serie A, vinta per 2-0 contro l’Inter da parte dei bianconeri.

Coronavirus Juventus, guariti Rugani e Matuidi

Da quella data, adesso, sono passati ben 35 giorni: la positività al test per il coronavirus di Daniele Rugani ha coinvolto in seguito anche la fidanzata Michela Persico, in dolce attesa: più di un mese in cui i sintomi sono stati superficiali, qualche linea di febbre e un po’ di spossatezza, ma sempre con la paura di poter vedere la situazione precipitare da un giorno all’altro.

Blaise Matuidi, invece, è risultato positivo il 17 marzo e il suo processo di guarigione è durato 29 giorni: pochi sintomi per il centrocampista francese, che negli scorsi giorni aveva anche ripreso ad allenarsi, naturalmente in casa sua, nonostante i nuovi quindici giorni di isolamento a cui si era dovuto sottoporre insieme alla famiglia.

Coronavirus Dybala: la situazione

A oggi, invece, resta invariata la situazione di Paulo Dybala. Secondo fonti vicino al calciatore, la sua situazione è leggermente più delicata: i sintomi, infatti, si erano accentuati e le difficoltà respiratorie avevano fatto irruzione della vita dell’attaccante argentino e di Oriana Sabatini, la sua dolce metà. Prima della ripresa progressiva che ha permesso a Paulo Dybala di lasciarsi alle spalle i momenti più bui. L’ultimo passo sarà la fine anche per Dybala della positività al coronavirus: nei prossimi giorni potrebbe arrivare una buona notizia anche dal talento argentino.

In attesa di capire quando si tornerà in campo per gli allenamenti in vista della fine del campionato di Serie A.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.