×

Vissani sul coronavirus: “I militari sulle spiagge creano terrorismo”

Gianfranco Vissani è tornato a commentare le scelte del governo in merito al coronavirus, riferendosi nel dettaglio ai militari sulle spiagge

gianfranco vissani
gianfranco vissani

Gianfranco Vissani è tornato a commentare l’ancora caldissimo tema legato al coronavirus. In collegamento con il programma di Rete 4 Stasera Italia, condotto dalla brava Veronica Gentili, ha deciso di ri-palesare la propria opinione direttamente al governo. “Dopo quattro mesi siamo messi ancora così”, ha esordito il popolare chef, per poi ricordare che all’inizio della pandemia il presidente francese Emmanuel Macron aveva addirittura esportato la gente a continuare ad andare a teatro.

Gianfranco Vissani: Covid e terrorismo

L’argomento si è poi spostato a fatti più recenti, riferiti nella fattispecie alla decisione di mettere degli agenti sulle spiagge per controllare il distanziamento sociale. “Quei militari creano terrorismo, perché la gente ha paura e non torna più. Capisco che c’è il problema del virus, ma dobbiamo aiutarci altrimenti le aziende chiudono”. A onor del vero, Vissani non ha mai fatto mistero del poco apprezzamento riservato ai giallorossi.

A detta dello chef, i politici che ci governano non hanno idea di quello che stanno passando i commercianti e i ristoratori come lui.

Visualizza questo post su Instagram

LETTERA APERTA RISTORATORI 19 LUGLIO 2020- Qui di seguito riportiamo la lettera sottoscritta da circa 50.000 ristoratori italiani a seguito della dichiarazione del Vice ministro Castelli di ieri 19 luglio avvenuta al tg2 C.A. VICEMINISTRO ECONOMIA E FINANZE LAURA CASTELLI PER IL VICEMINISTRO CASTELLI PASSIAMO DAL COVID DIRETTAMENTE ALLA RISTORAZIONE 4.0 “Se si sbagliano i tempi ed i modi si fa danno. Per noi il commento del viceministro al servizio mandato in onda dal TG2 è BOCCIATO. Non siamo più disposti a scusare, a capire o giustificare. Siamo diventati intolleranti a questi scivoloni televisivi che mettono alla gogna mediatica un intero comparto. Ci hanno dato dei pigri, dei rivoluzionari, multati e adesso anche degli incapaci. Tutti questi appellativi non appartengono alla nostra categoria che rappresenta un importante colonna economica italiana ( 13% del Pil) I ristoratori non hanno mai chiesto clienti al governo, hanno chiesto sostenibilità per le riaperture… per la versione integrale della lettera segui su Facebook Luca Vissani o CasaVissani.

Un post condiviso da Gianfranco Vissani (@gianfranco_vissani) in data: 19 Lug 2020 alle ore 5:21 PDT

Contents.media
Ultima ora