Qualcosa che tutti ricordano COMMENTA  

Qualcosa che tutti ricordano COMMENTA  

Segnalo dal 28 febbraio al 15 marzo 2009 lo spettacolo Dialoghi con Leucò, tratto da Cesare Pavese, progetto a cura di Manuela Kustermann, con Gaia Benassi, Sara Borsarelli, Alberto Caramel, Manuela Kustermann e Graziano Piazza. Costumi di Manuela Kustermann – sculture Graziano Piazza e musica di u-mix.org.
Dalle note del teatro: […] Pavese si è ricordato di quand’era a scuola e di quel che leggeva. Ha smesso per un momento di credere che i suoi totem e tabù, i suoi selvaggi, gli spiriti della vegetazione, l’assassinio rituale, la sfera mitica e il culto dei morti fossero inutili bizzarrie e ha voluto cercare in essi il segreto di qualcosa che tutti ricordano, tutti ammirano un po’ straccamente e ci sbadigliano un sorriso. (Cesare Pavese, dalla prefazione alla prima edizione di Dialoghi con Leucò, 1947)
Il 9 settembre del 1908 a Santo Stefano Belbo, nelle Langhe, nasceva Cesare Pavese. Oggi, a più di cento anni dalla sua nascita, il Teatro Vascello rende omaggio al grande scrittore piemontese con Dialoghi con Leucò, il nuovo spettacolo della compagnia La Fabbrica dell’Attore a cura di Manuela Kustermann e Giancarlo Nanni.
L’amore, la morte, la poesia dell’istante, la natura degli dèi e l’origine degli uomini: queste le tematiche affrontate da Cesare Pavese in Dialoghi con Leucò, opera lungamente maturata e pubblicata nel 1947, che Pavese riteneva la sua più importante e duratura.

TEATRO VASCELLO VIA GIACINTO CARINI 78 ROMA MONTEVERDE – INFO 06 5881021 –
Cristina 3405319449 Ufficio Comunicazione e promozione Teatro Vascello

Costi dei Biglietti
Intero 15,00 euro – ridotto 12,00 – scuole ed università 10,00 euro
Su richiesta si organizzano matinée scolastiche
Orari repliche: dal martedì al sabato alle ore 21,00, domenica alle ore 17,00

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*