Nasce il nuovo libretto sanitario elettronico

Bologna

Nasce il nuovo libretto sanitario elettronico

E’ in fase di sperimentazione il fascicolo sanitario elettronico.L’annuncio arriva dai vertici del Cup 2000, la società bolognese che gestisce la sanità elettronica in Emilia Romagna da vent’anni. Entro la fine dell’anno solo le Asl di Bologna, Rimini, Imola e Modena aderiranno al nuovo servizio sanitario. Il fascicolo elettronico è un documento sanitario informatico che contiene tutti i dati del paziente ed è consultabile solo dal titolare, o su indicazioni dello stesso può essere accessibile anche ai professionisti.
All’ex premier, Romano Prodi, è stato assegnata data a password del primo fascicolo sanitario elettronico come il primo realizzato nell’intera pensiola.

Il fascicolo santiario si suddivide in più parti. Nella prima parte ci sono tutti i dati sanitari del paziente (esami, visite, referti generali da tutte le Asl della Regione, e dal 2010 anche quelle dei privati accreditatai). Nella seconda parte, redatta dal proprio medico di base, c’è la scheda individuale del paziente. E per ultimo, la terza parte è a cura del cittadino che può inserirvi tutti gli esami fatti al di fuori del circuito sanitario regionale, o altri dati.

Il costo complessivo per l’intero progetto, denominato Sole (Sanità on – line) avviato dalla regione Emilia Romagna, è di circa 40 milioni di euro.

Foto by tantasalute

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*