Sorpresa campana: Napoli è la città più cara d’Italia COMMENTA  

Sorpresa campana: Napoli è la città più cara d’Italia COMMENTA  

Napoli va controcorrente. E nell’ennessimo mese nero dell’economia mondiale mette in vetrina un’inflazione da primato. Nel mese di febbraio infatti, con un tasso del 2,3%, il capoluogo campano è diventato il più caro d’Italia. Da un punto di vista strettamente economico, il dato – che è stato comunicato dall’Istat – potrebbe preannunciare una lieve risalita a livello locale dalla crisi in cui è piombato tutto il paese. Ma i risparmiatori, alle prese con una disoccuppazione dilagante e previsioni non certe ottimistiche, non l’hanno certo presa bene. E in Italia meridionale il boom dei prezzi partenopeo è sorprendente: metropli del Sud come Palermo e Bari registrano rispettivamente un’inflazione del 1,1% e del 1,2%, ovvero la metà di quella di Napoli. L’aumento dei prezzi, a livello annuo, nel mese di febbraio è stato dello 0,5%, contro lo 0,2% del 2008. E il dato che preoccupa maggiormente è che riguarda i settori più battuti dai ceti poveri: quello degli alimentari. E’ qui infatti che l’aumento dei prezzi raggiunge vette “sudamericane”: il 5,8% negli ultimi dodici mesi. Meno evidente il balzo dei prezzi delle bevande alcoliche, con un “regolare” 1,3%.
In Italia, invece, la città meno inflazionata è Aosta, con un quasi irrisorio 0,8%. A risalire la china dei prezzi alpini, nel mese scorso, ci ha pensato una delle metropoli più povere d’Italia.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*