Aggressione di D’Alessio ai paparazzi: il caso continua

Napoli

Aggressione di D’Alessio ai paparazzi: il caso continua

D’Alessio-Tatangelo

A seguito del grande polverone scandalistico del 2007, scatenato dalla relazione extra coniugale che legava Gigi D’Alessio ad Anna Tatangelo, ne conseguì che dovunque i due si trovassero a loro seguito c’era un esercito di paparazzi.
La vicenda divenne talmente morbosa che rivelò più o meno velocemente i propri effetti, infatti, il cantante partenopeo Gigi D’Alessio nel 2007 , a seguito della presunta intromissione nella sua villa dell’Olgiata, venne condannato con il suo body guard De Maria a ben nove mesi di reclusione per aver aggredito i due paparazzi che s’erano introdotti nella sua proprietà e per questo mal menati dai due.
D’Alessio e De Maria sono ricorsi all’appello, mentre per il giardiniere la situazione non è delle migliori, infatti, la questione sarebbe anche stata archiviata se non fosse stato per la testimonianza del giardiniere di casa D’Alessio, infatti, dinanzi al gip Mancinetti asserì che era stato il fotoreporter Foggia ad aggredirliper primo, ma dalle foto scattate tramite propri cellulari, si dimostra che così non è.
Il giardiniere Savina verrà processato per falsa testimonianza, poichè nel gennaio 2007 vi fu un pestaggio in piena regola ai danni dei due paparazzi.
(foto by maurotarzariol.it)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*