Nasce il computer a misura di bimbo

Tecnologia

Nasce il computer a misura di bimbo

Rispetto a una decina di anni fa i tempi sono decisamnete cambiati e già da piccoli si comincia a prendere confidenza con le nuove tecnologie: sempre più spesso troviamo quindi ragazzini di poco più di dieci anni che utilizzano con grande facilità il cellulare o navigano in internet. Proprio per questo motivo si sta preparando a San Francisco un computer che possa essere adatto e che sia quindi facile da utilizzare anche per i più piccoli in modo che questo nuovo strumento possa essere maggiormente adatto alle loro esigenze rispetto a quelli tradizionali. Il suo formato è decisamente ridotto ed è formato da uno schermo piatto di plastica semi-flessibile che comprende anche i tasti della tastiera per digitare. Il mome dato al progetto realizzato dagli studiosi sta proprio ad indicare lo scopo che questo nuovo strumento andrà ad occupare dato che è chiamato “One laptop for a child” ed è giunto ormai alla terza versione che con il tempo cerca sempre di migliorarsi. Questo computer, però, si propone anche l’importante obiettivo di facilitare l’apprendimento nei bambini del terzo mondo che spesso hanno difficoltà ad andare a scuola ed è anche per questo che è stato realizzato con funzioni piuttosto elementari. Sorprendente anche il design, dato che è più sottile dell’iphone, e dovrebbe essere messo in vendita entro il 2012 a un prezzo intorno ai 75 dollari. Alcune caratteristiche sono rimaste intatte rispetto alla precedente versione: innanzitutto il fatto che può essere utilizzato facilmente sia in mabienti chiusi sia con luce e può essere anche sfruttato da più di un utente durante il processo di apprendimento nello stesso momento. Il prezzo di vendita, però, sembra essere al momento solo un’utopia visto che la prima versione aveva un costo di 172 dollari, ma si spera che attraverso l’appoggio di alcuni investitori il progetto possa davvero venire alla luce. Immagine tratta dal sito news.tecnozoom.it/portatili-e-pc/one-laptop-p…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...