Roma, paura all’Appio Latino: tre molotov contro un centro sociale di destra COMMENTA  

Roma, paura all’Appio Latino: tre molotov contro un centro sociale di destra COMMENTA  

Tre molotov contro un centro sociale di destra. E’ accaduto sabato sera nel corso dell’inaugurazione del centro sociale “Gens Romana”, gestito dal Popolo di Roma in via Evandro. A lanciare le bombe un motorino in corsa con due uomini giovani a bordo. Delle tre molotov due sono esplose ed una no.

Grande spavento per le circa cento persone presenti sul posto, tra cui anche numerosi bambini. Giuliano Castellino, portavoce del Popolo di Roma parla di “tentata strage, non so chi possa essere stato, sicuramente i nemici della libertà culturale e di una gioventù sana”.

Condanna unanime del mondo politico, a destra come a sinistra, ed anche da parte di tutti i centri sociali. Castellino ha ringraziato tutti coloro che hanno “espresso solidarietà per l’attentato incendiario di ieri, sia il nostro sindaco Alemanno, sia i tanti esponenti del Pd e della Sinistra che, così hanno dimostrato la serietà e la volontà di non voler più cadere negli errori del passato”.

Giovedì anche Il Popolo di Roma parteciperà alla fiaccolata contro la violenza. “Venerdì”, spiega poi Castellino, “organizzeremo un incontro, presso “Gens Romana”, aperto a tutti i gruppi che fanno cultura e politica a Roma, sia di destra che di sinistra. Il tema sarà: no alla violenza in politica e alle bombe”.

Sull’episodio indaga la procura di Roma.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*