Moratti sconfitta, ma pronta a lavorare ancora per Milano

Milano

Moratti sconfitta, ma pronta a lavorare ancora per Milano

Letizia Moratti La delusione per non aver potuto riconfermare il suo ruolo di primo cittadino di Milano in Letizia Moratti è certamente forte visto che nel periodo di campagna elettorale si era appellata al sostegno di chi l’aveva sempre votata per poter continuare la sua opera di governo nel capoluogo lombardo, ma questo non è servito ed è quindi costretta a sopportare la vittoria di Pisapia che porterà dopo tanti anni nuovamente la sinistra nella città del Duomo. La sconfitta della Moratti è il sintomo più evidente dell’insoddisfazione che nutrivano da tempo i milanesi, anche se per molti il ballottaggio ha rappresentato uno strumento per manifestare il malessere degli italiani per alcune decisioni adottate dal governo Berlusconi che non è ancora riuscito a portare l’Italia fuori dalla crisi. Il sindaco uscente ha comunque deciso di accogliere con diplomazia la sconfitta subita nel momento in cui si è ritrovata in via Montebello con i suoi sostenitori e per questo non ha mancato di fare i complimenti al “rivale” per il risultato ottenuto:” Ho appena parlato con l’avvocato Giuliano Pispia per fargli le mie congratulazioni e gli auguri di buon lavoro.

Ho dato a Pisapia la mia disponibilità a fare un passaggio di consegne che gli consenta di prendere in mano più rapidamente quello che abbiamo avviato”. …continua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche