Roma, per il trasporto pubblico inaugurato il nuovo Corridoio Anagnina – Tor Vergata COMMENTA  

Roma, per il trasporto pubblico inaugurato il nuovo Corridoio Anagnina – Tor Vergata COMMENTA  

A Roma nuovo corridoio del trasporto pubblico, tra Anagnina e Tor Vergata. L’opera, dopo venti mesi di lavori, con uno stanziamento del Comune di quasi 11 milioni di Euro, è stata inaugurata ieri dal sindaco Alemanno.

Obiettivo della corsia riservata, migliorare l’efficienza del servizio di trasporto in termini di puntualità, velocità, frequenza e comfort di viaggio.

Il servizio pubblico di trasporto tra il nodo di scambio di Anagnina e l’area dell’Università e del Policlinico di Tor Vergata ha infatti sofferto a lungo per alcuni punti critici lungo il percorso, che limitavano la velocità e la puntualità dei bus.

Tra gli aspetti critici: la difficoltà di manovra nel Terminale Anagnina; le lunghe code nelle ore di punta a via Moneta, viale Ciamarra, via del Fosso di Santa Maura; la pericolosità di alcuni tratti stradali.

Per questo il Comune di Roma, in base ai poteri speciali del Sindaco in quanto Commissario Delegato per l’emergenza traffico, ha affidato alla società Roma Metropolitane il compito di realizzare un “corridoio del trasporto pubblico” tra Anagnina e Tor Vergata.

L'articolo prosegue subito dopo

Coerentemente con l’impostazione dei “corridoi” definita dal Piano Regolatore Generale, sono stati effettuati interventi di riqualificazione e arredo degli spazi pedonali. L’intervento, avviato nel gennaio del 2008, è costato 10.800.000 euro, interamente a carico del Comune di Roma.

Gli elementi principali dell’intervento:
realizzazione di un nuovo capolinea presso il Policlinico di Tor Vergata;
ristrutturazione e ampliamento del Terminale di Anagnina;
istituzione di corsie preferenziali protette nei tratti critici, riorganizzazione della viabilità con nuovi semafori;
installazione di pensiline lungo tutto il corridoio;
riordino della sosta e incremento dei posti auto, in particolare su viale Ciamarra e strade limitrofe (per un totale di 700 posti);
realizzazione di un parco lineare nello spartitraffico centrale di viale Ciamarra;
impianto di videosorveglianza e soccorso con colonnine Sos nel Terminale Anagnina e a viale Ciamarra;
interventi per aumentare la sicurezza stradale;
rifacimento delle pavimentazioni stradali e pedonali su ampi tratti del corridoio;
eliminazione delle barriere architettoniche.

Il corridoio Anagnina – Tor Vergata parte dal Terminale Anagnina, presso il capolinea della linea A della metropolitana, e si sviluppa per 8 km lungo via Vinccenzo Giudice, piazza Ettore Viola, via Andrea Moneta, piazza Dafio Sabatini, viale Antonio Ciamarra, via del Fosso di Santa Maura, viale della Sorbona, via Columbia, via Cambridge, viale Heidelberg, viale Oxford, fino ad attestarsi presso il Policlinico universitario di Tor Vergata. Le pavimentazioni stradali, pedonali e ciclabili, sono state realizzate con materiali di ultima concezione, di particolare robustezza, caratterizzati da proprietà fotocatalitiche che consentono di ridurre l’impatto di alcuni inquinanti atmosferici.

Sono 6 le linee bus che usufruiscono della corsia riservata : 20Express, 20L, 511, 558, 559 e n27. Lo rende noto Atac che segnala anche lo spostamento del capolinea delle linee 20 Express e 20 L ad Anagnina, sul lato opposto del piazzale, e l’istituzione di un nuovo capolinea sul piazzale del Policlinico di Tor Vergata. Qui si attestano le linee 20L, 059, 506 Festiva e n27 che abbandonano il capolinea della facoltà di Medicina, dove resta la sola linea 500, “dedicata” all’università. Modifica d’itinerario anche per la linea 20 Express, che transita per il Policlinico di Tor Vergata, al servizio di chi deve raggiungere la zona ospedaliera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*