Libertà di informazione, il podcast COMMENTA  

Libertà di informazione, il podcast COMMENTA  

Oggi a Roma, a Piazza del Popolo, si svolgerà la manifestazione per la libertà di informazione indetta dalla Fnsi, il sindacato dei giornalisti. Secondo la FreedomHouse, organizzazione indipendente americana collegata all’Ocse, nel 2009 l’Italia è passata da paese in cui c’è libertà di stampa a paese in cui c’è libertà parziale.

I motivi sono tre: le limitazioni imposte dai tribunali e dalle leggi sull’informazione; l’aumento di intimidazioni da parte della criminalità organizzata e dei gruppi di estrema destra; le concentrazioni editoriali.

Nei giorni scorsi molti conduttori hanno parlato del tema nelle loro trasmissioni. Ieri Alessandro Milan, a 24 Mattino, in onda su Radio 24, ne ha discusso con Milena Gabanelli, di Report, il segretario Fnsi Franco Siddi e Pierluigi Magnaschi, editorialista del quotidiano Italia Oggi.

Qui c’è il podcast, la discussione è dopo la rassegna stampa, nell’ultima parte del file. Nel programma Gabanelli ha parlato soprattutto delle responsabilità dei giornalisti e dei direttori e delle cause di diffamazione, che sono un forte onere per chi fa giornalismo.

L'articolo prosegue subito dopo

Siddi ha accennato i motivi della motivazione, cioè il ddl Alfano, la legge sulle intercettazioni che potrebbe limitare la libertà di informazione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*