Ad alta voce, culture da condividere

Bologna

Ad alta voce, culture da condividere

Sabato 10 ottobre torna a Bologna, la maratona di cultura e solidarietà “Ad alta voce. Libri da condividere”: decine di scrittori, attori, intellettuali e testimoni dell’impegno civile leggono in pubblico nei luoghi quotidiani o insoliti della città.

L’edizione 2009 è dedicata a Piero Camporesi, uno dei maggiori studiosi della storia dell’alimentazione, del folklore e della cultura popolare dei nostri tempi. Il cibo come bisogno, strumento di cura e solidarietà, antidoto alla fame e alla miseria, ma anche tramite dei sentimenti, simbolo, espressione della cultura, interprete delle tradizioni popolari

Tra gli appuntamenti della giornata bolognese, evocheranno direttamente il cibo quello al Mercato della Terra di via Azzogardino, con le letture, tra gli altri, del “gastronauta” Davide Paolini e dell’attore Ivano Marescotti. Un’ospite d’eccezione, la figlia di Totò Liliana De Curtis, porterà all’Aula Magna di Santa Lucia per l’evento finale la sua testimonianza sull’impegno sociale del grande attore, che ha dato volto e voce alla grande fame del popolo italiano nel Dopoguerra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*