Cannavaro nei guai: la sua villa da sogno è sotto sequestro per abusivismo

Napoli

Cannavaro nei guai: la sua villa da sogno è sotto sequestro per abusivismo

Una villa da campione, quella che Fabio Cannavaro voleva costruirsi a Posillipo. Ma l’ormai ex difensore del Real Madrid non aveva fatto i conti con il pm Giuseppe Noviello, attento osservatore del rischio abusivismo. Così, la villa dei sogni è stata sequestrata, e ora rischia la demolizione. L’edificio non è nuovo ad accuse di abusivismo. Due anni fa lo stesso pm Noviello ne chiese il sequestro. Il gip Anna Grillo accolse l’istanza, che però fu respinta in Cassazione. L’indagine su eventuali difformità edilizie nella zona di Posillipo sono però continuate. Così, oggi, la querelle giudiziaria si è riaccesa. Protagoinista ancora una volta Giuseppe Noviello, della sezione Ecologia. L’accusa è di “abusi edilizi e in atti d’ufficio”. Il gip Alessandro Buccino Grimaldi, lo stesso delle udienze preliminari dopo i blitz contro i Casalesi, ha accolto l’istanza, ordinando il sequestro della villa.
Una villa da sogno, “la più bella di Posillipo”, che a breve sarebbe stata ultimata. Circondata da due grandi pini, con un panorama mozzafiato che dava sul golfo di Napoli, poteva essere ammirata solo dai passeggeri delle navi che transitavano di fronte. All’interno era mimetizzata nella macchia mediterranea e nascosta da un’alta cancellata. Il pm Noviello però, è riuscito a penetrare ugualmente nel muro di protezione issato da Cannavaro. E ha scoperto lo scomodo segreto dell’idolo dei calciofili napoletani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...