Transformers: La vendetta del caduto litiga con la Geografia!

Cinema

Transformers: La vendetta del caduto litiga con la Geografia!

Dopo il grande successo di botteghino di due anni fa con oltre 700 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, tornano in sala i robot più famosi della storia del cinema: “Transformers: La vendetta del caduto”. Stessi protagonisti, la bella Megan Fox e Shia LaBeouf; stesso regista, Michael Bay, ma con tanti effetti speciali in piu’, piu’ azione e piu’ robot per questo secondo capitolo tanto atteso. Al primo week end di programmazione negli Stati Uniti, il film ha già registrato un record d’incassi guadagnando oltre 19 milioni di dollari. Il film uscirà nelle sale italiane il 26 giugno.
Il Sector 7 è stato smantellato e il suo più fedele soldato, l’Agente Simmons (John Turturro), è stato liquidato senza troppi convenevoli. Al suo posto è nata una nuova agenzia, la NEST, che si avvale di esperti comandanti di campo come Lennox (Josh Duhamel) ed Epps (Tyrese Gibson), che lavorano al fianco degli Autobots per combattere i Decepticons, che sono tornati per distruggere il pianeta.

Proprio nel momento in cui Sam ha da poco fatto il suo ingresso nella sua nuova scuola, familiarizzando con un nuovo compagno di stanza un po’ invadente di nome Leo (Ramon Rodriguez), improvvisamente viene colto da visioni che gli attraversano il cervello come lampi. Solo Sam ha la chiave per salvare Optimus e tutto il pianeta e sconfiggere i decepticons.
La battaglia per la salvezza della Terra ha così inizio.
Il film ha ricevuto molte critiche negative: troppo lungo, un trama “friabile come la sabbia”, attori poco convincenti, un film per bambini, troppo lontano dall’originale.
Il film e’ molto lungo, dura ben 145 minuti! Ma come tutti i film del regista Michael Bay il ritmo è mozzafiato, gli effetti speciali eccezionali. Megan Fox è bellissima, ma la sua interpretazione lascia un po’ perplessi: in ogni fotogramma che la riguarda sembra essere in posa per un calendario sexy!
I dialoghi sono ironici, tutta la pellicola si gioca o su combattimenti fantascientifici o su gag esilaranti.

Unico errore, grossolano e geografico, risulta nella battaglia finale: i due protagonisti per andare da Petra (Giordania) alle piramidi egiziane ci impiegano solo pochi minuti!! In realtà dal Cairo a Petra ci sono appena 408 Km!. Qualcuno forse avrebbe dovuto spiegare al regista americano che le piramidi egiziane non sono così vicine alla città giordana di Petra!
Comunque il film piacerà sicuramente ai maschietti appassionati della serie dei cartoni animati. Per chi ne avesse la possibilità il film è tutto da gustare sui megaschermi dell’IMAX.
Il trailer:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*