No agli ’scherzi da prete’: multe da 400 euro per chi lancia le uova a Carnevale COMMENTA  

No agli ’scherzi da prete’: multe da 400 euro per chi lancia le uova a Carnevale COMMENTA  

Guerra alle ‘marachelle’ di Carnevale: lanciare uova o colpire qualcuno con la schiuma delle bombolette spray potrà costare fino a 400 euro. Burloni piccoli e grandi sono avvisati.

Leggi anche: Indovinelli scherzosi per i più piccoli a Carnevale!

Da oggi, fino al 25 febbraio, entra in vigore l’ordinanza, firmata dal sindaco Rosa Russo Iervolino, impone il divieto di vendere, acquistare e usare bombolette spray contenenti sostanze imbrattanti o urticanti, nonchè gettare uova, farina o acqua verso perone, veicoli o edifici.

Leggi anche: Giochi di coppia per adulti a Carnevale

La sanzione è davvero salata: da 200 a 400 euro, se la condotta è reiterata. E per gli esercizi commerciali colpevoli di vendere la materia prima degli scherzi di Carnevale è prevista la chiusura obbligatoria per 5 giorni, oltre alla sanzione pecuniaria.
Il provvedimento segue quelli presi dal sindaco di Torre del Greco e da alcuni comuni del casertano e del beneventano.

Lo scopo è troncare una tradizione, che negli ultimi anni, si era fatta troppo pesante, anche per gli amatori di burle carnascialesche. Camminare per i vicoli di Napoli, negli ultimi giorni di febbraio è diventata una costante scommessa con sè stessi: e il rischio di tornare a casa con un uovo in testa o sul cappotto nuovo è alto.

L'articolo prosegue subito dopo

Una tendenza che di recente è sfociata nella violenza: molte baby gang infatti usano ghiacciare le arance, trasformandole in solidissime pietre. “In alcuni quartieri si assiste a vere e proprie guerriglie”, ha tuonato l’assessore alla Protezione civile Emilio Borrelli. Da qui, l’ondata di ordinanze. Per far capire con le cattive che a Carnevale non tutti gli scherzi sono ammessi. Qualcuno potrebbe obiettare: e se si lancia un uovo in un caldo 20 luglio?

Leggi anche

Video Giovanni Allevi: concerto improvvisato a Napoli in Stazione Garibaldi
Napoli

Giovanni Allevi: concerto con il piano in Stazione Garibaldi a Napoli (video)

Giovanni Allevi, il pianista italiano, regala un concerto improvvisato nella Stazione Garibaldi di Napoli commuovendo i fan con la sua musica. I vari pendolari e viaggiatori che si sono trovati a Napoli alla Stazione Garibaldi saranno stati contenti di ascoltare e vedere Giovanni Allevi, che, con la sua musica, il suo piano ha incantato i viaggiatori regalando foto, selfie e scatti a tutti. Il pianista si è esibito nella stazione Garibaldi di Napoli per omaggiare la città che ha amato, riconosciuto e apprezza il suo talento. Il pianista confessa che Napoli è stata la sede di un suo concerto importante Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*