Ricordate lo stupro della Caffarella? Loyos non calunniò

Roma

Ricordate lo stupro della Caffarella? Loyos non calunniò

Lui, in prima pagina su tutti i giornali. Lui il mostro. Lui che ha rischiato il linciaggio Lui l’uomo predatore, bestia, e ora? Lui in ultima pagina nei giornali perchè esce dal carcere. Lui l’uomo di cui non si vuole più parlare perchè è la dimostrazione che le paure e la violenza non vanno mai aizzate perchè potrebbero diventare pericolose. Alexandru Izstoika Loyos, il romeno inizialmente accusato dello stupro di San Valentino, è stato scagionato dal tribunale del Riesame anche dall’accusa di calunnia ed autocalunnia: l’uomo, scarcerato il 27 marzo scorso, aveva accusato la polizia romena di averlo picchiato per estorcergli la confessione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche