Voltri, prima class action d’Italia dopo la morte di un centauro COMMENTA  

Voltri, prima class action d’Italia dopo la morte di un centauro COMMENTA  

Semplici cittadini uniti assieme in un azione legale collettiva contro i mali del paese, si potrebbe riassumere così il concetto di class action.
L’unione parrebbe fare la forza, anche legalmente, e sembrano saperlo i cittadini di Voltri che da venerdì stanno organizzando un’azione collettiva contro il Comune di Genova, reo di non aver ancora risolto il problema delle buche sulle strade.

L’episodio che ha fatto scattare la rivolta popolare legale è stata la morte di un giovane di 18 anni, Matteo Malatesta, sbalzato dalla sua motocicletta a causa di una buca nell’asfalto. Sulla morte del giovane centauro è stata aperta un’inchiesta e il sostituto procuratore della Repubblica, Alessandro Bogliolo, titolare del fascicolo per omicidio colposo, ha disposto l’identificazione dei tecnici dell’Autorità portuale responsabili della manutenzione della via, che si trova all’interno del recinto portuale, per iscriverli nel registro degli indagati.

L’immagine è d’archivio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*