Pendolari, gravi ritardi cancellazioni e sovraffollamenti

Milano

Pendolari, gravi ritardi cancellazioni e sovraffollamenti

Un disastro…parte l’alta velocità che fra l’altro si guasta il giorno stesso dell’inaugurazione, ma i problemi veri sono sulle linee dei pendolari che ogni giorno cercando di raggiungere MIlano per lavorare, passando accalcati ore e ore della loro vita su treni scadenti, sporchi e soprattutto in ritardo.

Oggi doveva partire l’orario invernale come ogni volta ritardi continui e treni cancellati.

il primo giorno dell’orario invernale proprio non è andato.

A Treviglio in 200 hanno minacciato di occupare i binari contro il taglio del convoglio delle 7.30, frequentato per lo più da giovani, costringendo il treno a bloccarsi comunque e ottenendo a fine serata il ripristino della fermata (Treviglio ovest).

La alta velocità per i pendolari è un treno che non serve se non a oscurare i loro problemi, problemi continui e quotidiani.

Cancellati due treni, sempre da Bergamo, con ritardi di 15 minuti sui convogli successivi. Peggio ancora per i bresciani: soppresso l’ Eurostar delle 7.40 per Milano, il primo della mattina, come anche il regionale 10610, mentre l’ex interregionale delle 8.09, già in ritardo di suo, ha sforato di 45 minuti per dare la precedenza a un Eurostar.

A Piacenza nessuna traccia del 7.19 per Milano, promesso dal patto per il trasporto pubblico con soste a Casalpusterlengo e Lodi. Non è mai passato. Da Monza verso Milano cancellati altri tre treni.
Segnala questo articolo su:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche